.

  BastaBerlusconi [ Del Cavaliere non se ne può più ]
         

<><><><><><><><><>Ingegnere 30 anni di esperienza
offresi per :

- adeguamento rustici
 - interventi di ampliamento
- calcoli strutturali .

Tariffe concordate ex lege Bersani .
<><><><><><><><><><>
Telefono : 010/5484160

e - mail :
sandro.papa@regione.liguria.it
Google Gruppi
Costruiamo il partito democratico !!!
Visita questo gruppo <><>
Google Gruppi
Iscriviti a Costruiamo il partito democratico !!!
Email:
Visita questo gruppo





il sito web dei Democratici di Sinistra
Pse e Democratici Usa per un'economia sociale di mercato
Da Bruxelles, dove si ?enuta una riunione tra Pse e Democratici Usa, Piero Fassino lancia le sue proposte per regolamentare l?impatto delle iniziative speculative sull?economia: creare una lista internazionale; istituire organismi di controllo e vigilanza; introdurre una soglia minima di capitalizzazione; incentivare fiscalmente gli investimenti di medio e lungo periodo; dare ?certezze? a chi lavora nelle aziende oggetto di investimenti.
Conti pubblici, l'Ocse promuove l'Italia: ora avanti con le riforme
Il segretario generale dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico Angel Gurria loda la politica economica del governo Prodi. ?Crescita molto opportuna, dovrebbe mantenere la stessa velocit?el 2007 e 2008?. Bene la riduzione del deficit (da 4,5% al 2,5%) e le liberalizzazioni.
Damiano: extragettito andr? riduzione del debito e interventi sociali
Terrorismo, Migliavacca: l'allarme ?lto, ci vuole pi?ore
Il coordinatore della segreteria dei Ds non ha dubbi e si unisce al coro di condanna del corteo pro-Br che si ?volto ieri nel capoluogo abruzzese. ?Il pericolo del terrorismo - afferma - esiste ancora. Ed ?olto concreto. Per questo manifestazioni come quella di ieri a L?Aquila, che inneggiano alla violenza, andrebbero perseguite?.
Governo, Unione: rilanciare il programma ed accelerare le riforme
Rilanciare ?con forza? il programma di governo e ?accelerare su alcuni progetti di riforma, come quelli relativi alle pensioni, alle leggi sul lavoro e sulla competitivit?valorizzando il principio della collegialit? E' questo l'esito della riunione di maggioranza svoltasi in mattinata a Palazzo Chigi.
Fassino:comune valutazione della necessit?i rispondere alle aspettative e alle domande dei cittadini
Pd, Fassino: Prodi confermato presidente, a ottobre il segretario
?Con una decisione unanime ?tato riconfermato Romano Prodi nella figura di presidente ed ?tato deciso che l'assemblea costituente nominer?na figura politica che avr?l compito di guidare operativamente il partito?.
Fassino e il premier incontrano i saggi: al via la seconda fase del manifesto

Il segretario dei Ds in videochat sul sito de l'Unit?U>

il sito web dei Democratici di Sinistra
Pse e Democratici Usa per un'economia sociale di mercato
Da Bruxelles, dove si ?enuta una riunione tra Pse e Democratici Usa, Piero Fassino lancia le sue proposte per regolamentare l?impatto delle iniziative speculative sull?economia: creare una lista internazionale; istituire organismi di controllo e vigilanza; introdurre una soglia minima di capitalizzazione; incentivare fiscalmente gli investimenti di medio e lungo periodo; dare ?certezze? a chi lavora nelle aziende oggetto di investimenti.
Conti pubblici, l'Ocse promuove l'Italia: ora avanti con le riforme
Il segretario generale dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico Angel Gurria loda la politica economica del governo Prodi. ?Crescita molto opportuna, dovrebbe mantenere la stessa velocit?el 2007 e 2008?. Bene la riduzione del deficit (da 4,5% al 2,5%) e le liberalizzazioni.
Damiano: extragettito andr? riduzione del debito e interventi sociali
Terrorismo, Migliavacca: l'allarme ?lto, ci vuole pi?ore
Il coordinatore della segreteria dei Ds non ha dubbi e si unisce al coro di condanna del corteo pro-Br che si ?volto ieri nel capoluogo abruzzese. ?Il pericolo del terrorismo - afferma - esiste ancora. Ed ?olto concreto. Per questo manifestazioni come quella di ieri a L?Aquila, che inneggiano alla violenza, andrebbero perseguite?.
Governo, Unione: rilanciare il programma ed accelerare le riforme
Rilanciare ?con forza? il programma di governo e ?accelerare su alcuni progetti di riforma, come quelli relativi alle pensioni, alle leggi sul lavoro e sulla competitivit?valorizzando il principio della collegialit? E' questo l'esito della riunione di maggioranza svoltasi in mattinata a Palazzo Chigi.
Fassino:comune valutazione della necessit?i rispondere alle aspettative e alle domande dei cittadini
Pd, Fassino: Prodi confermato presidente, a ottobre il segretario
?Con una decisione unanime ?tato riconfermato Romano Prodi nella figura di presidente ed ?tato deciso che l'assemblea costituente nominer?na figura politica che avr?l compito di guidare operativamente il partito?.
Fassino e il premier incontrano i saggi: al via la seconda fase del manifesto

Il segretario dei Ds in videochat sul sito de l'Unit?U>
il sito web dei Democratici di Sinistra
Pd, Fassino: Prodi confermato presidente, a ottobre il segretario
?Con una decisione unanime ?tato riconfermato Romano Prodi nella figura di presidente ed ?tato deciso che l'assemblea costituente nominer?na figura politica che avr?l compito di guidare operativamente il partito?. Lo ha detto il segretario dei Ds, Piero Fassino, al termine della riunione del comitato promotore del Pd.

Il segretario dei Ds in videochat sul sito de l'Unit?U>Amministrative: nessuna spallata al Governo, ora impegno riformatore
Il centrosinistra vince a Genova, Agrigento e L'Aquila. Al ballottaggio Parma e Taranto. Al centrodestra Reggio Calabria e Verona.

Fassino: il Paese chiede una politica che decida
Non sottovalutiamo i segnali che ci arrivano dalla parte pi?amica del Paese, il voto non ci soddisfa.
La politica estera approda a Potsdam
Si discute di politica estera a Potsdam, dove sono riunuti i ministri degli Esteri del G8. Dal programma nucleare iraniano al difficile compito di ricostruzione dell?Afghanistan, dal dramma del%2
Proprietà dell'immagine
Proprietà del link
Mostra/Nascondi bordo
Proprietà della tabella
Inserire una riga sopra
Inserire una riga sotto
Eliminare riga
Inserire colonna a sinistra
Inserire colonna a destra
Cancellare colonna
Unire celle orizzontalmente
Unire celle verticalmente
Dividere cella
Eliminare cella
Proprietà della cella
Mostra/Nascondi bordo
Proprietà della tabella
   

 


9 dicembre 2012

PDL E LOMBARDIA

PDL E LOMBARDIA

La forza del PDL derivava dalle percentuali di voti che otteneva nelle due più popolose regioni italiane , e cioè la Lombardia e la Sicilia .

Della Sicilia è inutile parlare , dopo le recenti elezioni che hanno visto la vittoria del centrosinistra .

Ma presto si voterà anche in Lombardia , ove di più lunga data è il radicamento territoriale di Forza Italia .

E tuttavia , anche in questo caso è probabile che una destra , in crisi d’identità politica , perda definitivamente il controllo di tale regione .

Del resto , già nel 2005 i risultati delle regionali , nella culla padana , erano stati i seguenti :

• la CDL perde 110.000 voti in Piemonte , 760.000 voti in Lombardia , 120.000 voti in Veneto , e 50.000 voti in Friuli , per un totale di 1.040.000 voti •

l’Unione guadagna 280.000 voti in Piemonte , 320.000 voti in Lombardia , 110.000 voti in Veneto , e 60.000 voti in Friuli per un totale di 770.000 voti .

Ma è chiaro per tutti che quelli erano altri tempi !!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lombardia

permalink | inviato da BastaBerlusconi il 9/12/2012 alle 12:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



8 dicembre 2012

O Silvio , o morte !

Con riferimento al post relativo al gradimento del ritorno in campo del Cavaliere , bisogna precisare che il 6% del 27% di impavidi , lo vorrebbero alla testa di una sua nuova lista.

.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 6%

permalink | inviato da BastaBerlusconi il 8/12/2012 alle 12:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



7 dicembre 2012

73% elettori non vuole ritorno Berlusconi

Sondaggio: 73% elettori non vuole ritorno Berlusconi

Lo rivela un sondaggio Swg. Primo partito il Pd, Pdl sotto il 14%

Il  73% degli elettori non è favorevole al ritorno in campo di Silvio Berlusconi.

PD PRIMO PARTITO, PDL SOTTO 14% - Con un piccolo incremento rispetto alla settimana scorsa (+0,3%), il Pd si conferma primo partito italiano attestandosi al 30,3 percento.

Perde mezzo punto percentuale il Pdl, che scende sotto il 14 percento (13,8%, risultato peggiore di sempre).

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 73% elettori

permalink | inviato da BastaBerlusconi il 7/12/2012 alle 12:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



7 dicembre 2012

Swg, Pd al 30 per cento

Swg, Pd al 30 per cento, Grillo cala a 19,5

Il Pd balza al 30% e 'doppia' abbondantemente il Pdl, che cade al 14,3.

Per la prima volta da mesi, inoltre, il movimento di Beppe Grillo scende sotto quota 20% perdendo oltre un punto e mezzo.

Al centro Casini 'tiene' e anzi aumenta leggermente la sua percentuale, ora al 4,1%, battendo seppur di poco una lista Montezemolo, valutata al 3,8%.

Da notare anche l'aumento di Sel, l'altro soggetto politico coinvolto nelle primarie. Complessivamente il Pd e il suo principale alleato potrebbero contare su un complessivo 36%.

E' questo in sintesi il quadro che emerge da un sondaggio sulle intenzioni di voto realizzato dall'Istituto Swg in esclusiva per Agorà, su Rai Tre.

Questo il risultato del sondaggio (tra parentesi lo scostamento percentuale rispetto alla rilevazione del 23 novembre scorso):


PD 30,0% (+3,3)

SEL 6,0% (+0,7)

ALTRI C.S. 0,8% (-0,2)

IDV 2,4% (-0,3).
 

TOTALE C.S.  39,2%

MOVIMENTO 5 STELLE 19,5% (-1,6)

UDC 4,1% (+0,4).
MONTEZEMOLO 3,8% ( - ).
FLI 1,6% (+0,1).
TOTALE CENTRO 
9,5%

PDL 14,3% (-1,0).
LEGA NORD 6,1% (-0,1)
LA DESTRA 1,5% (-0,5).
LISTA BONINO 1,0% (-0,4).
ALTRI C.D. 4,4% (-0,2).

TOTALE C.S.  28,3%

PRC-PDCI 2,0% ( = )

VERDI 0,6% ( = ).
API 0,4% (+0,1).
ALTRI 1,5% (+0,7).

IL PARTITO DEL NON VOTO:

INDECISI 25,0% (-2,0).

ASTENUTI 16,0% ( = ).

INDECISI+ASTENUTI 41,0% (-2,0).

N.B. C.S. + CENTRO = 48,7%

Il sondaggio è stato realizzato dalla SWG Srl-Trieste per "Agorà-RAI 3" nei giorni 26-28 novembre 2012 .

Margine d'errore massimo: +/- 1,36%

 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. PD 30%

permalink | inviato da BastaBerlusconi il 7/12/2012 alle 11:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



6 dicembre 2012

ELEZIONI POLITICHE 2013

ELEZIONI POLITICHE 2013

 

CENTROSINISTRA 2008

 

PD      =  33,2% = 12.100.000

IDV     =    4,4%       1.600.000

SVP    =   0,4%           150.000

UV      =   0,1%              50.000

 

38,1% x 36.550.000 = 13.900.000

 

Questo il voto per schieramenti .

Confrontando i due partiti maggiori la situazione era la seguente :

 

Pdl     =  37,4% = 13.600.000

PD      =  33,2% = 12.100.000

 

 

NB  Aveva votato il 72% degli elettori

 

Elettori nel 2013 : 66% = 29.400.000

 

PD      =  30%    = 8.800.000

Grillo =   18%       5.300.000

PDL    =  14%       4.100.000

UDC    =    6,5%   2.300.000

SEL     =    5%      1.500.000

IDV      =    5,5%   1.600.000

LEGA   =   4,5%   1.350.000            

PSI            1%     300.000

RUT.       1%    300.000

 

Elettorato di sinistra = PD + SEL + PSI =     10.600.000 elettori , pari al 36% del totale

 

Elettorato di centro = UDC

2.300.000 elettori

 

Elettorato di centro - sinistra =

13.200.000 elettori , pari al 44,9% del totale

 

Sbarramento al 5% + premio di coalizione al 12,5%

 

10% non rappresentato à stima prudenziale

 

Rappresentanti parlamentari

 

36 + 12,5 + 36 x 0,1 =

 

48,5 + 3,6 = 52,1%

 

 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politiche 2013

permalink | inviato da BastaBerlusconi il 6/12/2012 alle 15:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



5 dicembre 2012

registrazione motori

<a href="http://www.net-parade.it/risorse/registrazione_motori"><img alt="motori di ricerca" src="http://tools.net-parade.it/images/bottone.gif" style="border:0px"></a>




permalink | inviato da BastaBerlusconi il 5/12/2012 alle 11:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



14 maggio 2008

NUOVO ASSETTO ELETTORATO ITALIANO

 Nuovo assetto elettorato italiano

Le ragioni che sono alla base dei risultati elettorali del 2008 sono , in primo luogo , le seguenti :

Ø l’elettorato italiano dà per definitivamente acquisito il

principio dell’alternativa , introdotto ad inizio anni
90 ,

anche indipendentemente dalla legge elettorale in

vigore , e conseguente punisce in misura persino

eccessiva la coalizione colpevole di non aver ben

governato ;

Ø Si è cioè passati da una situazione di elettorato sostanzialmente ingessato , ad una in cui tra gli elettorati di appartenenza si è formata una larga fascia di elettorato volatile :

cs 9 mln + 6 d’area

centro 2 mln

cd 6 mln + 9 d’area

volatili 4 mln .

Ø il giudizio circa la bontà o meno dell’operato di una
 
coalizione governativa
viene dato sulla base delle

aspettative personali
, prescindendo da una vera

valutazione di merito degli atti della compagine

governativa di turno ;

Ø ne consegue una oggettiva difficoltà di governo del

Paese
,
con le forze politiche di maggioranza divise tra la

necessità di impostare politiche di risanamento a lungo

respiro
, e quella di ottenere risultati a breve termine ,
 
necessari per garantirsi un adeguato livello di consenso

politico .

Volatilà dell’elettorato

A conferma di tale nuovo assetto dell’elettorato stanno i risultati delle Elezioni regionali del 2005, in cui l’Unione raccolse 14.330.000 voti , pari al 118% dei 12.120.000 voti della CDL .

N. B. Nella CDL , all’epoca , era ancora compresa l’UDC, cui si possono attribuire almeno 1,5 milioni di voti .

Da notare ancora il fatto che , nella pianura padana , si registrano i seguenti risultati :

· la CDL perde in totale di 1.040.000 voti

· l’Unione guadagna in totale di 770.000 voti

In particolare , nel 2001 , nell’area in esame , FI registrava la seguente affermazione :

Piemonte 803.000

Lombardia 1.790.000

Veneto 884.000

Friuli 243.000

Per un totale di 3,72 milioni di voti .

Dei voti conquistati nel 2001 FI conserva attualmente solo il 60% .

Circa la destinazione di quel 40% di voti perduti, abbiamo la seguente situazione :

è 30% all’Unione

è 8% all’astensione

è 2% ad altri partiti della CDL .

E’ quindi l’Unione a beneficiare della crisi della CDL , anche perché la Lega risulta in perdita di 250.000 voti sul 2001 .


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. assetto 2008

permalink | inviato da BastaBerlusconi il 14/5/2008 alle 12:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa



14 maggio 2008

La "SZ" guarda l'Italia: «Paese rozzo e alla deriva»

 

 giornali tedeschi quotidiano Sueddeutsche Zeitung

La "SZ" guarda l'Italia: «Paese rozzo e alla deriva»

Il quotidiano tedesco "Sueddeutsche Zeitung" guarda all'Italia: è un Paese rozzo, pieno di immondizia, alla deriva, con sindaci post-fascisti, tifosi violenti, politici vecchi e litigiosi e un premier Berlusconi noto per il suo «primitivo modo di abbordare» le donne.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. deriva

permalink | inviato da BastaBerlusconi il 14/5/2008 alle 11:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



13 maggio 2008

Il Tar boccia la Lega: no alla residenza legata al reddito

 

Camice verdi ronde padane leghiste Lega 120x120 Ansa

Il Tar boccia la Lega: no alla residenza legata al reddito

Il Tribunale amministrativo della Lombardia ha accolto la richiesta di sospensiva richiesta da sindacati e associazioni contro le ordinanze di vari sindaci lecchesi che chiedevano la certificazione di un reddito minimo come condizione per richiedere la residenza nei loro comuni.

Agli immigrati era praticamente impossibile ottenerla.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. reddito minimo

permalink | inviato da BastaBerlusconi il 13/5/2008 alle 15:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



21 dicembre 2007

L'ITALIA IN RIPRESA PRODUTTIVA

EXPORT: PRODI, RISULTATO STRAORDINARIO. ESPORTIAMO DOPPIO DELLA SPAGNA

''Dopo tanti anni di drammatica perdita della nostra quota nel mercato internazionale abbiamo guadagnato in senso assoluto: e' qualcosa di straordinario''.

Lo ha sottolineato il presidente del Consiglio Romano Prodi presentando i piu' recenti dati sull'export a Palazzo Chigi.

''Nel 2007 abbiamo esportato piu' del Regno Unito e ci siamo avvicinati alla Francia, rispetto alla Spagna esportiamo esattamente il doppio'' rileva orgogliosamente Prodi.

''In questo quadro abbiamo migliorato molto la nostra bilancia commerciale e per un paese che importa energia come il nostro e' anche questo qualcosa di straordinario, visto l'aumento delle materie prime'' rimarca ancora Prodi.
 
''La spiegazione migliore - prosegue Prodi - e' stata data dagli studiosi francesi e che condividiamo in pieno: abbiamo un paio di migliaia di imprese che si sono adattate alla globalizzazione e hanno cominciato a rimboccarsi le maniche''.

''Non voglio fare previsioni per il futuro - afferma il premier - ma ritengo questi dati fondati su elementi solidi come un segnale polsitivo''.

''Questo e' un paese che non ha avuto paura, ha aperto le sue frontiere e si batte perche' tutti gli altri paesi si aprano, perche' ci riteniamo capaci di combattere ad armi pari con gli altri''.

Noi, sottolinea ancora Prodi ''esportiamo un sistema paese, quando andiamo fuori a presentarci non siamo un presidente francese e dieci grandi imprese ma il Presidente del Consiglio, il ministro Bonino e 400 aziende''.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. RIPRESA

permalink | inviato da BastaBerlusconi il 21/12/2007 alle 13:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     maggio       
 


Ultime cose
Il mio profilo



L'Unità
Il Progresso
Il portale dei DS
Iride TV - La televisioneche non hai ancora visto
Un programma per la sinistra
Centro Audiovisivo Distrettuale Esino - Frasassi
Portale telematico delle Marche
Commercio equo e solidale
sito personale
http://free.altervista.org
italiadimezzo
La Repubblica
Alice


Blog letto 243033 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom